Essicare i peperoncini, Metodi e consigli.

Molti di voi staranno pensando come essiccare tutti quei peperoncini, che metodo usare o qual è il più veloce secondo le possibilità che si ha.

Il peperoncino è un ingrediente che non può mai mancare nella nostra cucina. Il suo aroma mette in risalto molti piatti tipici, lo si può usare su diverse tipologie di ricette, persino anche nei dolci.

Molti di noi amano coltivare questa pianta che si distingue soprattutto per le tantissime varietà, dai più ai meno  piccanti, per forme e  colore. Una pianta molto semplice, il peperoncino viene propagato per seme, facile da far crescere nei vasi o in giardino e non richiede particolari attenzioni, soltanto acqua in estate che servirà a far sviluppare la pianta e i suoi frutti.

Perché essiccare i peperoncini?

Una volta maturi, i peperoncini possiamo usarli freschi, staccandoli dalla piantina ogni qualvolta ne abbiamo bisogno. Durante il periodo più propizio la pianta produce molti frutti, una volta maturi sarà difficile consumarli tutti in tempi più o meno brevi e tutto il raccolto andrebbe a male.

Quindi essiccare i peperoncini è un ottimo metodo per una lunga conservazione. Una volta secco si può mettere sott’olio creando anche un olio aromatizzato oppure tritarlo riducendolo in polvere.

I metodi per essiccare i peperoncini sono

  • Al sole
  • Al forno
  • Con un essiccatore

Andiamo a vedere come fare analizzando i tre metodi in modo da scegliere quello a voi più adatto.

Prima di tutto, per ciascuno di questi metodi bisognerà tagliare i peperoncini a metà in modo da ridurre i tempi, eliminando il picciolo.

Maneggiare i frutti sempre con i guanti.

Una volta tagliati, chi ha voglia di coltivare nuovamente la specie l’annata successiva , dovrà recuperare qualche seme da conservare durante il periodo invernale. Per sapere di più come conservare i semi leggi:Raccogli e conserva i semi.

Peperoncini tagliati

Al sole:

Essiccare i peperoncini al sole è il metodo più economico ma anche il più lento. Basterà esporli ai raggi diretti per l’intera giornata, per più di 5/8 giorni per asciugarli completamente.

Il tempo di essiccazione può variare a secondo della specie, della zona, (nord, centro o sud Italia) e la potenza del sole durante queste giornate.

Questo è il metodo più semplice e naturale, le attenzioni da fare sono:

coprire i frutti con una rete per proteggerli da insetti ed altri animali, ritirare i peperoncini e metterli a riparo da temporali, pioggia e dall’umidità della notte.

Al forno:

Se avete problemi di spazio, o il tempo non permette di essiccare i peperoncini all’esterno, si può usare il forno di casa, ecco come fare…

Basterà prendere una teglia e mettere un foglio di carta da forno, disporre i peperoncini senza sovrapporli, intanto preriscaldare l’elettrodomestico.

Eseguite tutte le operazione, infornare la teglia a 70° o poco più, 40-45° se disponiamo di un forno ventilato. Lasciare lo sportello leggermente aperto in modo da favorire la fuoriuscita dell’umidità.

Il tempo di essiccazione può variare dalle 6 alle 9 ore.

Con l’essiccatore:

L’essiccatore è un apparecchio elettrico dotato di scomparti grigliati e un regolatore della temperatura.

E’ davvero funzionale per essiccare i peperoncini e non solo, se ne trovano molti in commercio, dai più ai meno economici, variano di grandezza e forma.

è un metodo molto veloce e sicuro, riesce ad asciugare completamente grandi quantità di peperoncini in circa 48 ore.

Basterà sistemarli nei vari scomparti, regolare la temperatura a 40-50° ed aspettare che il processo sia completato.

Se non avete particolari esigenze,con 40/50 euro si può acquistare un essiccatore che svolge questa funzione in maniera ottimale.

Essiccatore economico

You may also like...