Seminare in casa. Ecco cosa occorre per ottenere buoni risultati.

Ti piace seminare in casa ed ottenere piantine pronte al trapianto ad inizio primavera, ma non riesci ad avere i risultati che desideri? Segui l’articolo e prima di tutto, attrezza la tua mini serra applicando i consigli scritti di seguito.

La semina in serra, semenzaio o letto caldo si effettua in casa ed è molto semplice.

E’ un procedimento che ci permette di riprodurre le nostre piantine preferite oppure qualsiasi altra pianta, risparmiando un bel po’ di soldi. Basta recuperare i semi dalle piante del nostro giardino, oppure acquistare bustine di sementi nei negozi di giardinaggio, o su tanti siti online a pochi euro.  Ottenere buoni risultati è alla portata di tutti. Non bisogna essere giardinieri professionisti, oppure persone da un buon pollice verde per riuscire ad ottenere successo nella semina. Basta seguire correttamente qualche consiglio e garantire sia ai semi, che ai germogli e successivamente alla piccole piantine, tutto ciò di cui hanno bisogno.

Ecco cos’è un semenzaio, cosa occorre, come allestirlo per ottenere tantissimi germogli e piantine sane!

Cos’è un semenzaio:

Un semenzaio, letto caldo o mini serra, è semplicemente un contenitore di plastica di varie dimensioni. E’ l’ambiente ideale dove far germogliare i nostri semini, controllando umidità e temperatura. Avere un buon semenzaio semplifica il lavoro ottenendo i risultai.

Il semenzaio è dotato di un recipiente fondo dove vanno collocati i vasetti pronti. Molte persone scelgono di riempirlo direttamente di terra e seminare. Se abbiamo semi di varie piante diverse, il nostro consiglio è quello di usare i vasi. E’ inoltre dotato di un coperchio trasparente, con delle finestrelle o fessure, che consentono la circolazione e il ricambio d’aria. Alcuni modelli sono già dotati di una resistenza, oppure un tappetino riscaldante, che permette di tenere una temperatura costante all’interno del semenzaio. Se il modello scelto, oppure quello che abbiamo non hanno questo accessorio, lo si può comprare separatamente online, ad esempio su Amazon oppure Ebay.

In fondo all’articolo potrai vedere l’elenco delle migliori mini serre consigliate, in vendita su Amazon ed Ebay.

Ora andiamo ad analizzare meglio l’occorrente che serve per avere maggior successo nella semina, e quindi più piantine pronte per la primavera, che coloreranno i nostri giardini e balconi.

Resistenza riscaldante.

Per resistenza riscaldante si intendono tutti i componenti che si possono usare per riscaldare il semenzaio, ad esempio: un tappetino oppure un cavo conduttore di calore. Sono fondamentali per tenere la temperatura adatta alla germinazione, soprattutto durante la notte, anche quando la temperatura della casa può scendere moderatamente. Ricordiamo che la maggior parte dei semini che si seminano a febbraio e marzo per la germinazione, gradiscono una temperatura che va dai 18° ai 24°.

I vari tappetini si differenziano per misura e Watt (potenza). Quindi se possediamo già un semenzaio e vogliamo munirlo di tappetino riscaldante, dovremmo far attenzione alle misure. La potenza consigliata per avere il suolo del semenzaio caldo al punto giusto, è dai 15 watt in su e vanno posizionati sotto il semenzaio, non dentro!

Il cavo ha le stesse funzionalità, basterà avere un pò di manualità, andrà posizionato a serpentina sul ripiano dove metteremo la nostra serra.

I prezzi di questi prodotti non sono elevati, vanno dai 30 ai 60 euro. Consigliamo di usarli con un termostato.

Non hai idea su quale acquistare o dove ? Questi sotto sono i modelli selezionati e consigliati, in quanto svolgono a dovere la loro funzione.

Altrimenti puoi vedere tutti i modelli e confrontare i prezzi, su queste pagine di: Amazon/Tappetini oppure Ebay/Tappetini

Termostato.

Il termostato è un piccolo apparecchio elettronico utile per gestire la temperatura all’interno della serra. Se disponiamo di un elemento riscaldante per il nostro semenzaio, sarà fondamentale munirci di un termostato. Perché? La risposta è semplice. In questo modo possiamo impostare la temperatura minima e massima che dovrà raggiungere la nostra serra, ad esempio: minimo 18° – massimo 24°. Quindi non appena la temperatura all’interno scende al di sotto dei 18 gradi si aziona il riscaldamento, raggiunti i 24 gradi si spenge automaticamente. Risparmieremo energia elettrica e non rischieremo di raggiungere temperature troppo elevate, dannose per i piccoli germogli. Si, perché un tappetino sempre in funzione, può raggiungere una temperatura di oltre 30° all’interno del semenzaio.

E’ un accessorio che difficilmente troveremo in dotazione con una serra. Ma non c’è da preoccuparsi, anche qui i prezzi non sono elevati, vanno dai 25 ai 50 euro.

Quale acquistare? Semplice, questi elencati sotto sono assolutamente i migliori per qualità e prezzo. Semplici da usare e svolgono correttamente la loro funzione. Attenzione, se scegli di acquistare il termostato nella foto sopra, se occorre, dovrai sostituire o adattare la presa, per collegarci ad esempio, una serra con presa siemens.

Umidità ambientale.

Tenere un alto livello di umidità in serra è importante per la germinazione dei semini stessi. L’umidità consente ai piccoli germogli di irrigarsi più facilmente, questo perché le radici, dato ancora il mancato sviluppo, non riescono ad attingere nel substrato. L’umidità nel semenzaio si otterrà tenendo il terriccio dei vasetti costantemente umido e con il calore al suo interno. E’ comunque importante tenere le fessure del coperchio aperte, per favorire il ricambio d’aria all’interno della serra.

A differenza di altri siti non ritengo opportuno l’utilizzo, allo stesso tempo consigliarvi, nessun apparecchio od accessorio che controlli la percentuale di umidità all’interno del semenzaio. Questo perché richiederebbe la spesa di altri soldi. Perché la maggior parte dei lettori sono appassionati del settore e giardinieri amatoriali, alle prime esperienze, che provano ad avere la soddisfazione del proprio giardino fiorito, con le piante curate a loro modo, sin dall’inizio.

Lampade led indoor 

La luce sarà fondamentale non appena emergono dal terreno i primi germogli, non prima. Infatti puoi posizionare i semenzai dove vuoi senza preoccuparti della luce affinché non spuntino le prime due foglioline. Quindi è bene controllare con costanza le serre, appena qualche seme sarà nato potrà rimanere in serra ancora qualche giorno, ma non troppo a lungo. Dopo due o tre giorni la piccola piantina avrà bisogno di 18 ore di luce e 6 di buio, per svilupparsi e crescere. Quindi come fare?

La soluzione più economica è la finestra, anche se non è quella migliore per i tanti contro. Ad esempio, uno tra questi è che durante i mesi di febbraio e marzo, le giornate non sono cosi lunghe da garantire 18 ore di luce alla pianta. Quella della casa? La risposta è no, le piantine esigono un certo tipo di illuminazione per crescere. Spesso dalla finestra non arriva la giusta intensità, i germogli potrebbero allungarsi e piegarsi verso di essa, alla ricerca di più luce. Quindi la soluzione che personalmente consiglio è procurarsi una lampada grow adatta alla coltivazione in casa (indoor). Sono lampade speciali che riproducono artificialmente la luce solare. Ce ne sono molte in commercio, si differenziano dal costo alla potenza. Con 30/40 euro in su, si può acquistare una lampada grow che esegue bene il suo compito. Ora ti chiederai: ma il consumo? Non preoccuparti, sono lampade led, quindi la maggior parte di queste consumano davvero poco!

Sotto vedrai le lampade che consigliamo in base alla qualità e prezzo. Ovviamente si deve scegliere considerando la quantità di piantine a disposizione e lo spazio che occupano. Considerando anche che, più Watt sono, più potente sarà l’intensità ed il raggio di luce. Vanno posizionate ad una certa distanza, basterà rispettare ciò che consiglia il venditore oppure il foglietto illustrativo.

Dai un occhiata e confronta ai prezzi a tutte le lampade grow qui su Amazon/ Lampade grow oppure Ebay/Lampade grow.

Infine.

Non appena avrai acquistato oppure completato ed attrezzato la tua serra, dovrai soltanto procurarti i semi, un buon terriccio per la semina, oppure dischetti di torba o fibra di cocco, infine dei vasi di piccole dimensioni. In commercio esistono quelli biodegradabili.

Elenco delle migliori serre online:

Ora vediamo le serre migliori in vendita, sui due maggiori portali dello shop online. Possiamo scegliere quelle già predisposte per il riscaldamento, oppure possiamo allestirle , in base alle esigenze, comprando il semenzaio e il tappetino della stessa dimensione.

AMAZON:

Buona serra con tappetino riscaldante da 30 watt. Prezzo modesto, in quanto la serra è ben fatta e svolge il suo lavoro.

Mini serra dotata di tappetino riscaldante da 20 watt. Dimensioni: 37,5 x 24 x 19 cm. Buon prezzo. Consigliata.

Questa mini serra non è dotata di riscaldamento ed è abbinabile a questo:  Tappetino . La Stewart dispone anche di semenzai riscaldati, ma provandoli, li sconsiglio soprattuto per il prezzo elevato e il riscaldamento davvero poco potente.

EBAY:

Puoi vedere tutte le mini serre in vendita su Ebay qui: Ebay/Mini serre.

Guarda su ebay.

propagatore modesto ed economico. Non dotato di riscaldamento ma adattabile ad un tappetino 35 x 25 cm. Per vedere il prodotto clicca sull’immagine. Consigliato.

Modesta mini serra, senza riscaldamento, adattabile ad un tappetino di: 35 x 25 cm. per vedere il prodotto clicca sull’immagine .

Hai domande, consigli o dubbi? in questo articolo lascio aperti i commenti dove potete chiedermi un consiglio! risponderò non appena possibile.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *