L’attrezzatura per la cura del proprio giardino.

Qualsiasi sia il tuo livello di giardinaggio, sai che per la cura del proprio esterno, serve almeno l’attrezzatura base. Ecco l’elenco e quali scegliere, per iniziare o completare il vostro capanno degli attrezzi da giardinaggio.

Chi possiede la passione del giardinaggio, quindi piante e persino un giardino, sa che per qualsiasi opera di manutenzione e per cimentarsi in questa passione, deve avere almeno l’attrezzatura base, buona e funzionale. Ci sono invece persone che stanno effettuando il loro primo passo verso questo mondo, magari acquistando una nuova casa con tanto di giardino, oppure ha deciso che è arrivato il momento di sistemarlo per bene e creare la propria oasi verde. Per fare ciò, se non si possiedono già, servirà qualche attrezzo. Ognuno svolge la propria importante funzione. Ricordati che come detto sopra, è importante che siano “buoni attrezzi“, perché facilitano il lavoro rendendolo meno faticoso, ma garantiscono inoltre, se mantenuti a dovere, la giusta durata nel tempo. Ecco quali sono, quali scegliere ed a cosa servono, oppure allestisci il tuo capanno con quelli che mancano.

Il rastrello:

Avere un rastrello nel ripostiglio è sempre un bene. Infatti questo attrezzo svolge un lavoro importante, oltre a sgretolare o smuovere la terra di un terreno, ad esempio prima di una semina, è di grande aiuto nella pulizia. Grazie al rastrello possiamo raccogliere il fogliame caduto dagli alberi, ripulendo il giardino, o l’erba rimasta al suolo dopo un taglio.

Vanga o pala:

A pari del rastrello la vanga o pala, come la si vuol chiamare, è molto utile. Infatti serve per lavorare il terreno in profondità rivoltando la terra, serve per spargere il letame o fertilizzanti organici, oppure semplicemente per creare una buca profonda, per impiantare un albero od un arbusto.

Cesoie o forbici e forbicioni:

Per tagliare, potare o semplicemente sistemare la forma di una piccola pianta in terrazza, abbiamo bisogno di un paio di forbici o cesoie, buone e taglienti. E’ importante che questo tipo di attrezzatura sia tagliente al punto, da non provocare tagli sfilacciati ed in grado di tagliare anche i rami più grandi, di un arbusto. Invece i forbicioni, ci torneranno utili per potare ed aggiustare le siepi.

La paletta:

La paletta è l’attrezzo più utile, sicuramente quello che svolge più funzioni nell’ambito del giardinaggio. Serve per scavare piccole buche, nel prato od in un vaso per piantare le piantine ornamentali. Serve a smuovere la terra o riempire di terriccio un vaso, a prelevarlo dal sacco, per piantare bulbi, anche se qui si può acquistare un piantabulbi. Quindi la paletta è molto utile ed è sicuramente l’attrezzo che ci consentirà di svolgere i lavori più ricorrenti.

Ti posso consigliare questo Kit giardinaggio in vendita su Amazon, che comprende due palette e un rastrellino, per scavo e diserbo.

La zappa:

La zappa ci consente di smuovere il terreno in superficie, lavorato prima della semina. Consente di sradicare infestanti o piccoli arbusti da sostituire, serve a rompere la terra di un piccolo giardino od un’aiuola, preparandolo alla risemina.

Annaffiatoio o tubo d’irrigazione.

Chi possiede vasi, aiuole o piccoli giardini, può bastare un annaffiatoio ed un tubo per irrigare. Se gli spazi si fanno più grandi, allora bisognerà installare un impianto con degli irrigatori, consultando il vostro giardiniere o idraulico di fiducia.

Altri attrezzi, per siepi e potature.

Sopra abbiamo visto l’attrezzatura base, quella che può bastare a chi possiede un piccolo spazio verde od un cortile, con vasi ed aiuole. Se oltre a questo possiedi grandi siepi, grandi alberi da frutto, sempreverdi o da fiore, avrai bisogno di una motosega elettrica od a scoppio, come preferisci, tenendo conto delle tue esigenze.

Fondamentalmente le varietà sono due. Ci sono le Tagliasiepi, che sono per la maggior parte elettriche, e sono utili qualora si possiedono molti metri di siepe, come ad esempio quella di Lauro.

Oppure c’è la vera Motosega a scoppio o in questa circostanza l’elettrosega. Questi due attrezzi sono più massicci della precedente e servono a tagliare i rami, i tronchi di un albero da potare o da abbattere. Ovviamente sia per le tagliasiepi, sia per le motoseghe, il mercato offre una vasta scelta. Ma dobbiamo tener conto di sceglierne una, che non sia professionale, ma che faccia bene il suo lavoro, assicurandoci il funzionamento.

Insieme a questi due attrezzi, fa sempre comodo tener nel capanno una sega manuale.

Se sei alla ricerca di un consiglio, su quale sia una motosega con un buon rapporto qualità prezzo, il blog consiglia Alpina motosega.

Per la cura del prato.

Se possediamo anche un piccolo, medio o molti metri di giardino si avrà bisogno di qualcosa per mantenerlo in ottime condizioni. L’attrezzatura che serve per la cura del giardino è questa:

Tagliaerba:

Il tagliaerba, come dice il nome stesso e quindi facilmente intuibile, serve per curare il giardino, tagliando l’erba e donandogli un aspetto ordinato. Ne esistono ormai tantissimi modelli, anche qui a scoppio, elettrici ma addirittura anche Robot capaci di far automaticamente il lavoro. Ovviamente anche qui dovrai scegliere in base alle esigenze, alla grandezza del giardino soprattutto. Ad esempio per un piccolo giardino si può optare per un tagliaerba elettrico, mentre se possiedi un terreno molto vasto si può optare al trattorino, anche se il prezzo è maggiore alle classiche macchinette. Comunque il consiglio che posso darti, se sei alla ricerca di un tagliaerba, è quello di prenderne uno dal materiale buono, sicuramente agevolerà il lavoro, sia con il tempo che con la fatica, ma soprattutto durerà più a lungo in confronto a tante altre in commercio a prezzi davvero bassissimi.

Il tagliaerba che ti consiglio è Murray EQ400, la trovi su Amazon al prezzo di 274 euro. (prezzo soggetto a variazioni).

Decespugliatore:

Il decespugliatore diciamo è un attrezzo di rifinitura, soprattutto se possiedi soltanto un giardino. Serve maggiormente per tagliare l’erba nei campi, ma se ne hai o ne vuoi uno e ti stai chiedendo cosa farci a casa, con il decespugliatore puoi arrivare dove il tagliaerba non arriva. Ad esempio può essere utilizzato prima della macchinetta per rifinire i bordi, liberandoli dalle erbacce, intorno agli alberi, alle siepi od ai muretti. Anche questo attrezzo può essere elettrico oppure a scoppio.

Arieggiatore:

Si usa per i prati già formati, che hanno almeno tre anni dalla semina. L’arieggiatore va usato a primavera, dopo l’inverno oppure in autunno e serve a rigenerare il manto erboso, liberandolo dalle erbacce vecchie e dai muschi formatosi durante i mesi precedenti. Ma arieggiare il prato è un operazione che serve anche per la risemina, con l’idea di infortire il manto erboso. E’ un attrezzo munito di lame rotanti dentate che scalfiscono il suolo. Può essere manuale, ma consigliabile solo per giardini veramente piccolini, perché abbastanza faticoso, oppure elettrico, ma anche a motore a scoppio, per i spazi più grandi. Se si ha la possibilità, consiglio di virare verso gli arieggiatori elettrici, muniti anche del sacco posteriore per la raccolta. Risparmi tempo e fatica!

Non hai idea di che cos’è l’arieggiatore da giardino? Ecco ad esempio un buon arieggiatore elettrico in vendita su Amazon.

Motozappa:

Infine vediamo la motozappa, o elettrozzappa, anche qui sono due le varietà. Serve a smantellare un manto erboso rigenerando da capo il giardino, smuovendo il terreno, lavorandolo e preparandolo alla nuova semina, sia del prato, ma anche per creare un piccolo orticello. Sempre a secondo la grandezza del vostro terreno, potete scegliere quale prendere. Ma per un giardino di piccole e medie dimensioni, una buona eltrozzappa svolge egregiamente il suo lavoro.

Un capanno comunque ci vuole!

Per qualsiasi attrezzo da giardinaggio possediamo, dalla semplice paletta alla motozappa, un ripostiglio anche se piccolo ci vuole. Riporre l’attrezzatura in un capanno, vuol dire curare i nostri attrezzi e proteggerli dagli agenti atmosferici che sono la causa delle eventuali rotture precoci. A secondo del tuo spazio, puoi sceglierne uno di qualsiasi dimensione, dove alloggiare i tuoi accessori fino al prossimo utilizzo. Nel capanno infine non può mancare una carriola, utile per la raccolta e lo spostamento di sfasci, sacchi d’erba, legna e molto altro ancora.

Molte di queste attrezzature, casette, tagliaerba, motoseghe ed ecc. puoi trovarli anche su manomano.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!