Annuali, biennali e perenni. Il ciclo vegetativo.

Consociamo meglio il ciclo vegetativo delle piante, che condiziona il metodo ed il periodo della semina.

Se si è amanti del verde, si è sentito spesso definire le piante come annuali, biennali o perenni, a secondo della specie. Questo è un argomento importante per capire con che tipo di piante e di seme avremmo a che fare. Infatti il ciclo vegetativo è un fattore che condiziona anche i tempi e i metodi di semina e proprio in base al ciclo vegetativo, potremmo distinguere le piante annuali da quelle biennali a quelle perenni. Vediamo di seguito maggiori dettagli.

Perenni.

Tra le piante perenni più diffuse ci sono alberi, arbusti ed erbacee, dette anche erbacee perenni. Quest’ultime vanno seminate generalmente a primavera o inizio estate, mentre alberi od arbusti possono essere seminati in qualsiasi periodo dell’anno. Le perenni hanno un ciclo vegetativo che può durare molti anni e tra queste difficilmente figureranno le specie orticole, ad eccezione ad esempio dell’asparago. Non mancano casi di piante perenni, riprodotte da seme, coltivate come annuali o biennali. Un esempio di piante perenni sono: Gerani, margherite, Elleboro, Gaillardia, Camelie, Gerbera e altre ancora.

Annuali.

Sono annuali, tutte le piante che fioriscono nello stesso anno della semina. Fanno parte di questo genere, moltissime specie ornamentali e molte orticole. Solitamente le annuali vanno seminate in ambienti protetti, come ad esempio un semenzaio, alcune invece possono essere seminate direttamente all’esterno, verso aprile maggio. Non sono piante rustiche, infatti la maggior parte delle annuali non superano l’inverno, ma sono in grado di essere brillanti fino ad ottobre inoltrato. Diverso invece per le Pansè, che possono essere coltivate come annuali o biennali e sono piante dalla fioritura primaverile, od autunnale. A far parte di questo ciclo vegetativo troviamo: Celosia, Pansè, Astri, Nicotina alata, Tagete, Calendula, alcune Petunie, Girasole, Fiordaliso e molte altre.

Biennali.

Le piante biennali sono quelle fioriscono un anno dopo la semina. Vanno generalmente seminate prima dell’arrivo dell’estate, superando almeno per una volta l’inverno. Dopo di che, fioriscono, producono nuovamente i semi e muoiono. La maggior parte delle piante che compiono questo ciclo vegetativo sono ornamentali od orticole. Tra le biennali più diffuse troviamo le Viole del pensiero e le Digitali.

Se vuoi saperne di più su tutti i metodi di riproduzione per propagare le piante, puoi leggere: i metodi di riproduzione, la sintesi.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *