Il calendario dei lavori estivi in giardino.

In questi tre mesi estivi il sole ed il caldo saranno i protagonisti assoluti della stagione, vediamo come comportarsi in giardino e quali lavori effettuare.

Nella stagione estiva sarà necessario tenere sotto controllo tutto ciò che in primavera abbiamo progettato e piantato. Sono i mesi più caldi dell’anno ed il nostro giardino come le piante sul terrazzo di ognuno di noi necessiteranno del nostro aiuto. L’estate metterà a dura prova sia le capacità di giardinaggio, sia la vegetazione stessa, che richiederà alcune attenzioni per non seccare ed ammalarsi rapidamente. Quindi in questo articolo vediamo quali sono i lavori di giardinaggio che andremo a fare durante i mesi di giugno, luglio ed agosto.

Giugno:

Giugno è il mese che apre le porte all’estate vera e propria, le prime settimane afose e secche non tarderanno ad arrivare. Ecco i lavori da fare in giardino per mantenere il verde e le piante del terrazzo.

Per tutto il mese di giugno continuare a tagliare il prato ogni 10/15 giorni riducendo l’altezza del taglio. Continuare ad irrigare il giardino con regolarità, annaffiando nelle ore più indicate, al mattino presto, la sera dalle 19 in poi. Tenere sotto controllo gli irrigatori, fate attenzione nell’accettarvi che coprano tutta la zona. In caso notate parti di prato più secche provate ad annaffiare manualmente con un tubo per l’irrigazione. Durante il mese di giugno, eliminare le erbe infestanti che nasceranno spontaneamente, con sarchielli appositi o manualmente esportando la pianta con tutte le radici.

Da inizio a fine giugno è possibile seminare le viole del pensiero e tutte le sementi che fioriranno in autunno. Estrarre una volta disseccati i bulbi di tulipano e narcisi e riporli in una cassetta, conservandoli in un luogo asciutto. Irrigare con maggior frequenza anche le piante in vaso e le aiuole.

Per tutto il mese, tenere sotto controllo le siepi sempreverdi che si possiedono, potarle almeno una volta al mese per mantenerle in ordine. Non effettuare tagli troppo aggressivi, ma eseguire una potatura di mantenimento donandogli una forma contenuta. Controllare la crescita delle piante rampicanti e delle ornamentali troppo vigorose, provvedendo a sostenerle con un tutore se necessario.

Ispezionare spesso le piante ornamentali del balcone e del giardino. Fate attenzione ad afidi, cocciniglia e tutti i parassiti animali e vegetali come funghi e batteri. In caso di attacco provvedete immediatamente e possibilmente con prodotti naturali che rispettino l’ambiente. Gli insetticidi, naturali o no, vanno somministrati nelle ore serali al calar del sole. Nel caso di piante sane, effettuare trattamenti preventivi.

Luglio:

Luglio è tra i mesi più torridi dell’estate italiana. La stagione corrente è tra le più secche dell’anno e le piante saranno poste a condizioni di stress, sopratutto se posizionate sotto il sole per gran parte della giornata. Vediamo i lavori di giardinaggio da eseguire.

Continuare ad irrigare le piante in vaso, aiuole e prato con costanza, annaffiando sempre nelle ore più indicate, mattina presto e sera, dalle 19:30 in poi. Per quanto riguarda il giardino è preferibile annaffiare poco ma spesso (anche tutti i giorni). Le piante in vaso vanno irrigate con regolarità non facendo mai seccare per un periodo troppo lungo il terreno ma allo stesso tempo, non eccedere con le annaffiature se il terreno è ancora bagnato. Continuare a tagliare il prato.

Nelle prime settimane di luglio, si potranno propagare per propaggine, le piante ornamentali come (Azalee, magnolie, calicanti) dotate di ramificazioni molto basse. Le temperature calde ed il sole ne favoriscono la riproduzione. Puoi vedere di cosa si tratta e come si esegue la propaggine nel link evidenziato in blu.

In questo mese si possono ancora eseguire talee erbacee delle piante perenni, come Hibiscus ed Ortensie, ma si potranno anche iniziare le talee semilegnose delle piante arbustive come le Azalee e Camelie.

Nel mese di luglio la crescita delle piante rampicanti potrà risultare scomposta od invadente per via della rapida estensione. In caso dia fastidio o per contenerne lo sviluppo, si potranno aggiustare eliminando le ramificazioni di troppo. Mantenere sempre ordinate anche le siepi. Cimare i fiori appassiti per stimolare un’ulteriore fioritura.

Agosto:

Il mese di agosto è imprevedibile ed ogni anno può riservare alcune sorprese. A volte può presentarsi secco ed afoso, altre ricco di piogge e temporali. Vediamo cosa fare ed i lavori di giardinaggio, adattandoci alle condizioni meteo del mese in questione.

Nel mese di agosto, durante i periodi di siccità, continuare ad irrigare con regolarità prato e piante come nei mesi precedenti. Tagliere sempre l’erba ogni 10/15 giorni.

Questo è il mese migliore per effettuare le talee semilegnose di piante ornamentali ed arbusti sempreverdi come Azalee, Camelie e Gardenie.

Durante il mese di agosto, continuare ad ispezionare le piante per scovare probabili parassiti e cimare i fiori secchi per stimolare ulteriori fioriture.

A fine mese si potranno seminare le viole del pensiero in un cassone freddo, per ottenere un’abbondante fioritura nella primavera successiva. Sempre in questo periodo potrai non cimare più i fiori secchi nel caso si vogliano prelevare i semi delle proprie piante, facendoli seccare per poi raccoglierli una volta maturi. Conservarli in un luogo fresco e buio e seminarli nella primavera successiva.

You may also like...

Commenta, fai la tua domanda