0 Comments

I Crisantemi: piante voluminose, bellissimi fiori che colorano la stagione autunnale. Meritano sicuramente un posto sul nostro balcone. Scopriamo qualche consiglio.

A mio parere, i Crisantemi sono fiori stupendi, sono piante voluminose che decorano e colorano la stagione autunnale grazie alla loro scenografica fioritura. In Italia viene utilizzato molto come pianta da donare ai propri cari defunti e per questa tradizione molte persone non amano tanto esporlo sui propri balconi. C’è però un dato sorprendente, dopo le Rose, è il fiore più diffuso. Da ottobre in poi coloreranno dapprima i scaffali dei vivai di zona, soprattutto numerosissimi appunto, a pochi giorni della tradizionale festa di Ognissanti. Chi non ama particolarmente coltivarli deve però sapere che i Crisantemi, oltre ad essere piante di grande decoro e colore, sono grandi amici dei giardinieri anche meno esperti; proviamo allora a coltivarli sui nostri balconi? Proseguiamo con qualche consiglio!

La stagione dei Crisantemi, fiori dal sapore autunnale

Nonostante la ricca e coloratatissima fioritura, i Crisantemi hanno un vero e proprio sapore autunnale. Quello che dobbiamo assolutamente sapere è che queste piante sono vere e proprie collaboratrici di noi giardinieri. Nonostante le poche attenzioni che richiedono, ci ripagano con abbondanti ed affascinati fioriture che per alcune specie si protraggono fino a novembre inoltrato. E’ una pianta perenne, cespugliosa, resistente al gelo ed eccezionalmente anche alle intense piogge stagionali. Nonostante questa resistenza, una delle malattie che lo colpiscono di più, è l’Oidio o mal bianco (dovuta alla forte umidità). Per evitare ciò, bisogna essere preventivi e per questo provo a consigliarvi questa soluzione spray preventiva. E’ un prodotto ad uso fogliare e non è tossico né per animali domestici e né per l’uomo, quindi utilizzabile anche per le piante in interno. Lo consigliamo sia per i sui ottimi benefici funzionanti, sia perchè rispetta l’ambiente!

I Crisantemi si coltivano benissimo sia in vaso, sia in giardino e si trovano bene sia al sole sia in zone semi ombreggiate. Quando si acquistano da fioristi, quest’ultimi possono fiorire in anticipo e finire l’epoca prima della festa di Ognissanti, periodo in cui normalmente la loro luminosa fioritura comincia solamente un poco ad appannarsi. Per queste piante si potrà rimediare stendendo sopra un telo geotessile nero in modo da indurli a fiorire non prima della festa di Ognissanti. L’operazione va fatta prima che i boccioli, sboccino.

Per garantirci comunque una copiosa fioritura, è necessario concimare i Crisantemi con del concime a base di potassio (K) dalla metà di settembre in poi. Potete procurarvi un concime liquido da mescolare all’acqua e somministrarlo ogni 15 gg. Ti suggerisco di provare ad esempio un Plagron fertilizzante PK 13-14, oppure sempre un Plagron Alga Bloom Bio. Entrambi collaborano a stimolare la fioritura e la crescita della pianta, il secondo in modo più ecologico. (Ricorda di rispettare i dosaggi). Per i Crisantemi più delicati, a fine autunno e fioritura, consigliamo di tagliare i steli a raso terra. In questo modo avranno maggiore protezione durante l’inverno. Quelli coltivati in vaso richiedono annaffiature più frequenti di quelli in piena terra, soprattutto con il caldo. Diminuirle in inverno o sospenderle in caso di piogge frequenti.

Hai trovato utile questo articolo? I nostri consigli ti hanno aiutato a migliorare? Premiaci con una donazione e sostienici con un piccolo gesto che se fatto da tanti, fa la differenza!

Share: Facebook Pinterest Linkedin Tweet
Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi Anche

Bambù della fortuna
La Dracaena Sanderiana, comunemente conosciuta come falso bambù o bambù della fortuna, è una pianta
6 piante fiorite da balcone che amano il sole
Il tuo balcone è per lo più esposto al sole ed hai paura che nessuna
Dracena – Trochetto felicità
La Dracena è una pianta molto apprezzata per via della semplice coltivazione in quanto poco