Il paese d’origine della Clivia è il Sudafrica. E’ una pianta le cui varietà sono molto numerose e si distinguono per colore dei fiori che va dall’arancio fuoco, al giallo pallido. La miglior cosa da fare è quella di collocare la pianta in casa in inverno e trasferirla fuori in primavera ed estate in un posto per lo più ombreggiato.

Risolvere problemi di coltivazione della Clivia:

Le macchie brune sulle foglie segnalano un Problema di posizione, forse la tua Clivia è esposta troppo tempo ai raggi diretti del sole, meglio spostarla in un posto più riparato

Normale invece quando a diventar marroni sono le foglie alla base della pianta, sono le foglie vecchie che iniziano ad appassire. Quando secche basterà rimuoverle con delicatezza.

Le foglie gialle invece potrebbero indicare più problemi, come una scarsa o sbagliata concimazione e quindi mancanza dei nutrienti necessari. Oppure un problema di irrigazione, potrebbe ricevere acqua troppo frequentemente e quindi un terriccio perennerete bagnato, o troppo poca e quindi sofferenza per lunghi periodi di siccità, in questo caso potrebbero raggrinzire.

I parassiti che potrebbero colpire la Clivia sono le cocciniglie farinose ed i reggenti rossi. Per evitare inconvenienti è necessaria la giusta coltivazione che non provochi stress alla pianta rendendola più vulnerabile. Per questo puoi utilizzare un prodotto da noi consigliato: CLOSTER power plants

Coltivazione Clivia

Scheda tecnica Clivia

Esposizione
Fiorisce meglio se in piena luce ma non al sole diretto. Sopporta comunque l’ombra.

Temperatura
In inverno la temperatura non deve scendere al di sotto dei 10° mentre in estate al di spora dei 22-24° La temperatura ideale per la fioritura è di 15° circa.

Acqua e Concime
Annaffiare più spesso dalla tarda primavera all’inizio autunno senza inzuppare eccessivamente il terreno. In inverno preferisce un terreno più asciutto. Concima 1 volta al mese con un concime liquido, quando lo stelo floreale ha raggiunto metà dalla sua altezza.

Rinvaso
Quando la pianta è giovane può essere rinvasata annualmente. Ogni 2 anni per piante di oltre 3 anni di vita. Usa un terriccio universale mescolato a torba e sabbia.

Pulizia
Recidi lo stelo floreale morto alla base, pulisci le foglie con un panno umido ma non utilizzare lucidante.

Dove Acquistarla
Guarda qui

Share: Facebook Pinterest Linkedin Tweet
Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi Anche

Bambù della fortuna
La Dracaena Sanderiana, comunemente conosciuta come falso bambù o bambù della fortuna, è una pianta
6 piante fiorite da balcone che amano il sole
Il tuo balcone è per lo più esposto al sole ed hai paura che nessuna
Dracena – Trochetto felicità
La Dracena è una pianta molto apprezzata per via della semplice coltivazione in quanto poco